Sprichst du Deutsch?

Besuchen Sie unsere Website von DasIstKeto.de!

Offerta limitata
Il pdf degli alimenti chetogenici a soli 0,99 centesimi. Scopri di più

Salame e dieta chetogenica

Con 0 grammi di carboidrati netti, Salame e' un alimento perfetto per la dieta chetogenica! Purtroppo contiene anche una notevole quantita' di colesterolo, per cui fai attenzione. Per quanto riguarda l'apporto di vitamine, Salame e' tra gli alimenti più ricchi di VITAMINA B12.
100%
Alimento chetogenico
Ha pochi carboidrati netti Possiede una buona quantita' di proteine Ha un notevole contenuto di colesterolo Apporto di sale elevato Fonte di Vitamina B12
salame


Per aiutarti a scegliere cosa mangiare, abbiamo realizzato un pratico PDF con tutti gli alimenti concessi nella dieta chetogenica. Clicca qui per la nostra guida KETO!

Un salume che è indice di garanzia. Lo si trova in tutto il mondo, in versioni più o meno buone, ma è sempre presente in taglieri tipici e durante gli aperitivi. In Italia sono molte le versioni che vengono proposte e, soprattutto, ogni territorio ha le sue tradizioni e le sue storie da raccontare.

La storia del salame in Italia

Si tratta di uno dei salumi più antichi presenti in Italia. Le prime testimonianze scritte risalgono al Medioevo quando compare con il termine salacca o salamem, per indicare u alimento salato e successivamente insaccato. Già allora esistevano le versioni realizzate con carni di scarto e quelle ottenute da tagli più pregiati. Nonostante sia in questo periodo che l’arte della norcineria diventa sempre più affinata, ci sono testimonianze dell’esistenza del salame anche in epoca romana ed etrusca. Molto importante nella storia del salame la Via Salaria romana che collegava la capitale all’Adriatico, dove si reperiva il sale per la conservazione degli alimenti. I primi esemplari di salame, quando ancora non veniva impiegato questo ingrediente per la conservazione, erano composti da carne di maiale cotta.

Caratteristiche del salame

Il salame crudo è un insaccato costituito da carne di maiale cruda macinata con aggiunta di grasso, sale e spezie. Si parla di maiale in quanto è la carne maggiormente impiegata per la realizzazione del salame, ma in commercio ne esistono anche versioni a base di oca, cinghiale, cervo, cavallo o asino. Un salame si differenzia anche per dimensioni, stagionatura e disciplinari di produzione. Si tratta di alimenti ipercalorici e ricchi di trigliceridi e colesterolo, per questo se ne consiglia un consumo moderato. Tra le altre cose, però, il salame è in grado di fornire un buon apporto di proteine, potassio e ferro.

Le varietà presenti in Italia

Sono innumerevoli le varietà di salame presenti in Italia. Si parte dai piccoli cacciatorini, una versione ridotta comoda e pratica nata per soddisfare le esigenze alimentari dei cacciatori. Segue il salame Felino, che deve il nome al paese di nascita in provincia di Parma. Nasce dalla sottospalla del maiale insaccato in un budello naturale. Il salame di Varzi, tipico della provincia di Pavia, è fra i più apprezzati al mondo. Qui in Oltrepò Pavese il clima rende la stagionatura perfetta, non è un caso se ha ottenuto la DOP. Al Sud si possono trovare le versioni piccanti del salame, l’esempio perfetto è la ‘Nduja calabrese.

Fasi di produzione del salame

L’impasto ottenuto da carne cruda e grasso di maiale viene condito con sale e spezie come pepe, noce moscata e aglio. Dopo la macinazione e la miscela, il salame viene insaccato in un budello animale o artificiale. Le dimensioni variano e si differenziano in base alla tradizione e alle esigenze locali. Prima di passare alla fase di stagionatura si ha l’asciugatura che dura all’incirca una settimana. La stagionatura vera e propria dura dalle due settimane fino ai sei mesi. Molto importante è la fase della legatura che consente che l’impasto diventi compatto e non lasci passare aria, che ne comprometterebbe le caratteristiche e il sapore.

Salame, valori nutrizionali per 100 g di parte edibile

Calorie (Kcal) 367
Carboidrati (gr) 5.6
Carboidrati netti (gr) 0.0
- di cui Zuccheri (gr) 0.0
Grassi (gr) 30.1
- Grassi saturi (gr) 11.3
- Grassi monoinsaturi (gr) 13.4
- Grassi polinsaturi (gr) 2.7
- Colesterolo (mg) 84
Proteine (gr) 24.1
Fibre (gr) 0.0
Sale (gr) 3.9
fonti: USDA, USAV

Potrebbe interessarti anche

PDF dieta chetogenica

Categorie

Crea il tuo menù

Esperti in chetogenica